Dalla Siria alI’Italia, un racconto in controluce

Aldarwish Ahmad, un ragazzo di origini siriane, immigrato con la famiglia in Italia nel gennaio di quest’anno, ha accettato di essere intervistato da noi. Avevamo pensato di fare due chiacchiere con lui perché curiosi della sua vita e del suo possibile futuro in Italia Infatti volevamo scrivere un articolo su delle nostre curiosità sulla sua vita e sul suo futuro in Italia. Il dialogo con Ahmad, però, è stato complicato sia per la lingua- Ahmad si esprime con qualche difficoltà in italiano- sia perché, pensiamo, che abbia avuto un passato non facile quanto il nostro e non facile da raccontare. Anche se le sue risposte sono state brevi e semplici, abbiamo voluto lo stesso pubblicare questo articolo su di lui, perché per noi, in contro luce alle risposte semplici e brevi che ci ha dato, abbiamo intravisto un discorso più ampio, che però lui non è riuscito a raccontarci. A volte il silenzio comunica di più di mille parole.

  • Come ti chiami? Quanti anni hai?
  • Ciao, mi chiamo Aldarwish Ahmad e ho sedici anni

  • Come e quando sei arrivato in Italia?
  • Io sono in Italia dal gennaio di quest’anno e ci sono arrivato tramite un volo in aereo

  • Come ti è sembrata di primo impatto l’Italia?
  • Diciamo che il mio primo impatto sull’Italia è stata positiva

  • Ti sta piacendo l’Italia?
  • Sì, mi sta piacendo molto l’Italia.

  • Che cosa studi? Cosa vorresti fare da grande?
  • Adesso sto facendo grafica pubblicitaria. Da grande vorrei diventare medico. Per prima cosa ho intenzione di prendere la laurea in medicina qui in Italia. Successivamente vorrei ritornare in Siria. Vorrei in qualche modo cercare di aiutare il mio paese con il mio contributo. Inoltre vorrei visitare l’Italia in generale perché la trovo affascinante. Non so se in futuro visiterò altri paesi.

  • Ti piace il cibo italiano?
  • Si mi piace molto il cibo Italiano, soprattutto la pizza. La considero un simbolo dell’Italia. Anche la pasta mi piace.

  • é difficile imparare la lingua italiana?
  • Molto, ci sono molti verbi e termini da imparare.

  • Dove la tua famiglia?
  • Attualmente la mia famiglia si trova qui in Italia

  • Perché sei venuto qui in Italia?
  • Sono venuto qui per ragioni di studio. Mi hanno detto che le università italiane (credo quella di Padova?) sono le migliori. Come ti ho già detto vorrei diventare medico.

  • Dimmi una cosa felice e una triste che ti è capitata quando sei arrivato qui in Italia.
  • Ho visitato Venezia. È un bel posto. Per il resto non sono capitati dei fatti spiacevole.

    Articolo di: Riccardo Zhu e Andrea Santello

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *